BIOGRAFIA

ANIMEniacs Corp. è un ensemble di cantori, musici, performer, menestrelli, bardi, giullari, cantagalli, tuttofare e tutto ciò che potrebbero essere se ci trovassimo in una fiaba…

Forse sto un po’ esagerando.

“Anche la realtà delle cose può essere straordinaria a suo modo.”

Ricominciamo:

Gli ANIMEniacs Corp., in verità, sono un gruppo vocale composto da 12 ANIME che approfittano di ogni palco per cantarvele di santa ragione. Sul loro menù potrete trovare brani corali, solistici e prelibatezze degne del ristorante Gusteu. L’ingrediente segreto è la voglia di raccontare una fiaba attraverso musica, emozione, divertimento, ironia, commozione e anche con un po’ di follia e di magia... Se abbiano fatto un patto con la Strega del mare, col Dr. Facilier o se abbiano rubato la pietra a Nicolas Flamel, non è dato sapere, ma il loro spirito sembra rimanere sempre fanciullo e il loro scopo quello di portare alla luce il bambino sperduto che è dentro ognuno di noi.

La loro storia ha inizio tanto tempo fa, in una terra lontana lontana…

CAPITOLO I

“La Compagnia dell’ombrello”

Il prode Sandro “Silente” Macelloni e Gianluca Del Carlo dell’Ordine dei Mascelli, si incontrarono in una calda estate nel regno di Guamo con un solo ambizioso scopo: dare vita ad uno spettacolo spettacolare in cui i più cari ricordi di tutti sarebbero stati riportati alla luce grazie a musiche che hanno segnato l’infanzia e l’adolescenza di milioni di persone. Per farlo avevano bisogno di 12 ANIME sacrificali, una balbettante bambocciona banda di 12 babbuini, folli abbastanza da intraprendere questa avventura non curanti dei rischi per la loro salute mentale: “gli ANIMEniaaaaaacs… eccoci qua!” Fortunatamente per i nostri beniamini, Sandro e Gianluca convennero che non potevano essere mandati all’avventura senza una guida, qualcuno che da anni ormai era baluardo per questo mondo magico. Fu così che i due partirono inseme per Milano, alla volta del castello del principe più azzurro che ci sia, Stefano Bersola. Leggenda vuole che il 2 luglio 2017, alla tavola del principe Stefano, i due avventurieri abbiano gustato dolci pietanze e bevuto calici ricolmi di vino in compagnia di una Fatina dall’animo gentile e serviti nientemeno che dal temibile pirata Barbossa.

Non conosciamo tutti i fatti, ma sappiamo che da quel momento la ciurma era schierata. Lo sfavillante Stefano Bersola e il leggendario Pietro “Barbossa, Doraemon, Patrick Stella, Denver, Taz, Uan e chi più ne ha più ne metta” Ubaldi accettarono l’impresa. Dopo poco poterono avvalersi anche del possente mega-fusto Maurizio Merluzzo e, con i Nostri 12 e la guida del Commodoro Gianluca e del Capitano Sandro, ebbe inizio “Un Viaggio d’Anime” che portò tutti loro sul Main Stage di Lucca Comics & Games 2017, sotto una pioggia battente e centinaia di ombrelli danzanti.

“E sia! Voi sarete la Compagnia dell’Ombrello.”

Quella fu la prima di tante avventure. La Compagnia viaggiò attraverso l’Italia, dalla lussureggiante Verona (Fiera del Fumetto) alle pendici del monte Etna (Etna Comics) e nel viaggio che toccò molte altre meravigliose città e borghi (Lucca, Pescara, Capannori, Castelfalfi e tante altre) i nostri eroi incontrarono nuovi amici, come il doppiatore Fabrizio Mazzotta, il compositore, autore e arrangiatore Luigi Lopez, la cantante dei Cavalieri del Re Guiomar SerinaAlberto Pagnotta e la Bim Bum Bam Cartoon Band.

Ogni viaggio che si rispetti porta dei cambiamenti e così nel tempo anche la nostra ciurma si è trasformata mantenendo però lo spirito unito e bizzarro di sempre.

“Ohana significa famiglia e famiglia vuol dire che nessuno viene abbandonato o dimenticato…”

A questo punto vi starete sicuramente chiedendo: ma chi sono questi fantomatici ANIMEniacs? Alcuni di loro, nelle loro vite passate, hanno avuto l’onore di fare da coristi e musicisti per la regina delle sigle, Sua Maestà Cristina D’Avena, nella celebre tournée “Semplicemente Cristina” dal 2015 al 2018. Altri di loro sono esperti marinai del canto, altri ancora bucanieri dell’arte attoriale e strumentale, ben navigati in altre realtà. Tutti quanti, però, sono accomunati da una cosa: il grande e folle amore per quello che fanno!

Anche le più belle storie, però, sono destinate ad avere una fine e la fine fu gloriosa. Secondo Comics a destra e poi dritti fino al mattino: dopo aver toccato lidi di tutto lo Stivale Italico, Lucca Comics & Games 2018 vide gli ANIMEniacs Corp. fare faville sul palco, per l’ultima volta con Stefano Bersola, nello spettacolo “Un Viaggio d’Anime – L’approdo”, sempre sotto l’immancabile pioggia… Dopo una notte di lacrime, dubbi e long island, fu posto il sigillo su un’amicizia che continua a vivere da allora.

CAPITOLO II

“Certe volte il cammino giusto non è quello più facile”

Il sequel arriva in primavera, nel marzo 2019, con la partecipazione al Contest per cartoon cover band, organizzato dal Firenze Fantasy. I 12 componenti della corporazione, “carichi e pimpanti, con dei look allucinanti”, ottennero il Premio della Critica e la partecipazione alla Festa dell’Unicorno di Vinci, nell’estate che li attendeva. Mica male eh? Se solo non fosse stato per l’intervento del buon vecchio Zeus, che quel giorno si fece prendere la mano e decise di portare su tutto l’entroterra toscano una cascata inaudita di fulmini, saette e ovviamente pioggia, cancellando l’ambito evento. Se ancora non era chiaro, sappiate che l’acerrimo nemico, il titano, il kraken liberato contro gli ANIMEniacs è il METEO.

Ma “il fiore che sboccia nelle avversità è il più bello e il più raro di tutti” e così la corporazione continuò a viaggiare sul suo tappeto volante, verso l’infinito e oltre: chiusi nel loro laboratorio segreto, sotto la guida di Sandro e l’occhio di Saur.. ehmm di Gianluca, prese vita la nuova istrionica creatura degli ANIMEniacs Corp.: “A spasso con Walt”.

“E’ vivoooooo! E’ vivo-vivoooooooo!”

In questo spettacolo spettacolare sono le note dei classici e delle nuove produzioni firmate Walt Disney a dare la possibilità alla nostra eroica Compagnia di sfoderare le loro armi migliori per conquistare anche i cuori più scettici e induriti, persino quelli chiusi in uno scrigno…

Il 2019 è stato carico di eventi per gli ANIMEniacs Corp. Il Comics Fest di Verona li ospitò in un vero e proprio castello, il Castello Scaligero, il Parco Sigurtà, circondati dai fiori del Meriggio D’Or, a ChiavariComics accompagnati dal tenore “Geniale” Davide Piaggio, ancora Capannori e nel novembre di quello stesso anno di nuovo al cospetto delle mura di Lucca, pronti a celebrare il gigante del doppiaggio Disney, Ernesto Brancucci, in arte Ermavilo. Ma, anche questa volta, un’ombra minacciò i progetti dei nostri impavidi guerrieri: con dispiacere, a due giorni dallo spettacolo, scoprirono che avrebbero dovuto fare a meno della presenza di questo nuovo amico, e così salirono sul palco di Lucca Comics & Games 2019 dedicando a lui lo spettacolo. “Se continui a guardarti indietro, non vedrai mai ciò che hai davanti” e gli ANIMEniacs Corp. avevano di fronte un finale inaspettato ma denso di emozioni e adrenalina.

Ah, come dimenticare: pioveva a dirotto.

CAPITOLO III

“Ti amo 3000”

Anno Domini: 2020. Il mondo è ancora in piedi. Gli ANIMEniacs inaugurano l’anno facendo tappa alla Notte Bianca di Sarzana. Sono felici e pronti per una nuova avventura, ma non sanno ancora cosa li aspetta.

Ciò che accadde dopo è cosa nota. Gli ANIMEniacs Corp., come

molti altri lavoratori della musica, fronteggiano uno stallo che sembra ancora oggi insormontabile. Ma, nonostante tutto, sono sempre alla ricerca di opportunità per sfogare la loro voglia di cantare e di divertire. Suonano, cantano, pubblicano video e foto idiote, nel tentativo di arricchire e alleggerire i propri e gli altrui animi.

Una luce di speranza si accende in estate, quando tutto il mondo tenta di ripartire come meglio può: agosto si colora delle luci dei palchi del festival “Ma la notte… sì!” di Capannori e San Marino Comics. La gioia e la gratitudine sono forti, l’adrenalina torna in circolo e le novità hanno un sapore più dolce.

Quando sembra che non succeda più, ti riporta via, come la marea, la felicità

Ed eccoci ai giorni nostri, la momentanea fine di questo capitolo: davanti ai nostri 12 eroi, due traguardi speciali: la pubblicazione del loro cd “A spasso con Walt” e il quarto ritorno di seguito a casa Lucca, in questa inedita edizione Lucca Changes in compagnia di due monumenti del mondo nerd italiano: la dea Cristina D’Avena e il vecchio amico dalle mille forme Pietro Ubaldi.

Se volete sapere come proseguirà la saga, non resta che dirvi di iniziare (o continuare) a seguirli qui, sui loro social e soprattutto sui palchi di tutta Italia, così da non perdervi nessuna tappa di questo nuovo viaggio. E se li incontrerete lungo la strada “fatevi trasportare come l’onda fa col mar” e ricordate che “tutti i migliori sono matti”.